giovedì 10 febbraio 2011

Il pensiero matematico e la discalculia

Oggi ho partecipato al seminario tenutosi a Milano, presso IPS "Cavalieri"
Relatrice Prof.ssa Daniela Lucangeli.

E' stato un incontro molto interessante.
Veramente brava questa Professoressa conosciuta forse più all'estero che in Italia. ( IARLD International Academy for Research in Learning Disabilities)
Il titolo della sua lezione è stato:

"Il disturbo Specifico del Calcolo? L'intelligenza numerica non è un'utopia..."

In Italia - Scuola Primaria ( media di 25 alunni per classe)
  • 5 bambini per classe con difficoltà di calcolo
  • 5-7 bambini per classe con difficoltà di soluzione dei problemi

Falsi positivi : hanno bisogno di una scuola che sappia come prenderli. Potenziamento attraverso prassi didattiche.
Se tu mi insegni l'esercizio al meglio io ottengo il massimo.
Lui è un bambino, non una diagnosi
Nell'apprendimento ogni funzione è dominio specifico.
Sinergia di funzioni: si ottiene apprendimento intelligente.
I primi sei anni di vita sono importanti : attualmente questo periodo scolastico in Italia è in stato di abbandono...
Non serve molto per fare esperienza numerica basta giocare sulla scala di casa.
Non tutte le didattiche funzionano.
Ci vuole di sapere il dominio.
Esempio concreto:
Adesso vi faccio vedere che insegnerò a nuotare ad uno di voi che non sa ancora nuotare. Signora si alzi in piedi. Alzi il braccio destro, pieghi la gamba destra ecc.... La signora non ha imparato a nuotare semplicemente perchè io ho usato solo istruzioni verbali ad un dominio motorio.
Posso insegnare a camminare utilizzando scarpe a spillo? Sì, ma che fatica....Questo è quello che succede a molti...
Io Daniela non sono riuscita ad imparare ha suonare la chitarra. Sono forse Dis-chitarrica? No! Semplicemente non ci sono riuscita perchè mi hanno insegnato solfeggio prima.

Strategie per la plasticità celebrale:
  1. 10 minuti al giorno: fare (possibilmente mentre si cammina - ritmo) calcoli a mente utilizzando i primi 10 numeri. Es: 7+2:4...
  2. 5 minuti al giorno per tre settimane: grammatica numerica. Es.: arriva un bastimento carico di... 7 da, 8 u (a mente) = 78 poi si inverte l'ordine, poi si passa alla terna.
  3. Tante azioni (a mente) di comparazione: minore - maggiore - uguale. Fare calcolo approssimato.
  4. le tabelline non devono essere insegnate come strategia fonologica. Evolvono sul meccanismo del digit: 2, 4, 6 ... e su strategie composizionali 7x5=35 + 14
Gli errori sono un tarlo cognitivo.

http://www.unikore.it/documenti/doc/Slides-CNIS/Rel%20Lucangeli.ppt

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento